Cos’è lo storage software-defined?

Lo storage software-defined (SDS) è un approccio allo storage dati in cui il software esegue il provisioning e la gestione dello storage in modo indipendente rispetto all’hardware di base.

Definizione di storage software-defined

Lo storage software-defined (SDS) si differenzia dagli strumenti tradizionali come Network Attached Storage (NAS) e Storage Area Network (SAN), sostanzialmente incentrati sull’hardware, e impiega la virtualizzazione dello storage per il controllo dello storage tramite un livello software indipendente dai dispositivi di storage fisici. Questo approccio consente il pooling dello storage e la sua gestione automatizzata. Il software SDS può gestire i criteri di deduplica, replica, thin provisioning, snapshot e backup dei dati.

Perché scegliere lo storage software-defined?

Lo storage software-defined è generalmente più agile e conveniente degli approcci SAN e NAS tradizionali; sebbene questo non valga ovviamente in tutti i casi, in generale la strategia SDS consente di scalare in modo più rapido ed economico rispetto agli array di storage basati su hardware proprietario. Lo storage software-defined consente di utilizzare hardware di storage basato su X86. In genere è anche più semplice apportare modifiche rapide alle configurazioni SDS di quanto non sia possibile con storage che si avvale di hardware dedicato.

Storage software-defined HPE

HPE adotta un approccio SDS basato su una struttura di dati software-defined adatta a qualsiasi carico di lavoro.  Con supporto per VMware vCenter, Microsoft Hyper-V e Linux KVM, lo storage software-defined HPE consente di creare pool di storage condivisi su server standard. L’implementazione dello storage come applicazione all’interno di server standard di settore si traduce in semplificazione e risparmi sui costi. La struttura promuove l’agilità tramite un approccio unificato di disponibilità, scalabilità e provisioning per tutti i carichi di lavoro e fattori di forma.

Parla con un esperto di SDS

Scopri come HPE può contribuire all’agilità dello storage e alla riduzione dei costi con lo storage software-defined.

Risorse per lo storage software-defined

Post del blog : Un anno eccezionale per lo storage software-defined

Post del blog

Fatico ancora a credere che il 2017 sia già arrivato! Sembrerò anche pazzo, ma penso che il 2016 sia stato l’anno più divertente e produttivo nel campo dello storage software-defined. Vediamo gli avvenimenti salienti del 2016.

Post del blog : Modello di storage software-defined: StoreVirtual VSA

Post del blog

I modelli HPE prendono in considerazione configurazioni tipiche che consentono di comprendere le modalità di distribuzione di StoreVirtual: ciascuno di essi è incentrato su una sfida affrontata dal cliente e offre una configurazione campione, un diagramma di alto livello con un elenco di software e hardware consigliati e raccomandazioni per ampliare o modificare la soluzione.