Debito tecnico

Che cos'è il debito tecnico?

Il debito tecnico è la conseguenza di un progetto digitale che viene completato per soddisfare un'esigenza immediata senza prendere il tempo per affrontare altre problematiche. Il progetto potrebbe essere completato prima, ma c'è un prezzo da pagare per aver scelto le scorciatoie.

Come si misura il debito tecnico?

In un ambiente IT ideale, dovrebbe esserci tutto il tempo necessario per accertarsi che ogni riga di codice sia perfetta prima di rilasciare un progetto. Tuttavia, raramente i cicli di sviluppo possono concedersi questo lusso e accumulare una certa quantità di debito tecnico è comune e allo stesso tempo prevedibile.

I team possono monitorare e trovare il cosiddetto rapporto di indebitamento tecnico per gestire in modo consapevole le problematiche di sviluppo e controllo. Un rapporto di indebitamento tecnico può essere espresso come il costo per riparare un sistema diviso per il costo di sviluppo in primo luogo, o costo di riparazione/costo di sviluppo.

Soluzioni, prodotti o servizi HPE correlati

Misurare direttamente questi costi può essere difficile, dal momento che si guardano le previsioni e non i costi effettivi sostenuti, ma esistono metodi indiretti per approssimare il debito. Qui di seguito sono riportati alcuni esempi validi:

· Durata dei cicli: la risoluzione dei bug che emergono quando si accelera la delivery del progetto rispetto alle best practice richiede ulteriore tempo, ritardando il passaggio di un progetto alla fase di sviluppo successiva. Il minor tempo necessario per eseguire un'attività indica processi ottimizzati.

· Stabilità: portare a termine un progetto in tempi brevi può portare a codici imperfetti o non ben organizzati con un conseguente ritardo nelle attività di consolidamento e rielaborazione di un sistema mal progettato.

· Qualità: i difetti sono un fenomeno comune quando si decide di prendere scorciatoie. Man mano che si sommano, la produttività IT complessiva diminuisce.

HPE e il debito tecnico

Superare il debito tecnico non deve essere necessariamente un’attività complessa. I team possono passare a un’architettura sicura, scalabile e flessibile in modo tale da poter eseguire il refactoring e apportare modifiche alla qualità dei codici senza problemi, oltre a integrare in modo efficiente funzionalità aggiuntive.

Ad esempio, HPE Ezmeral Data Fabric, il primo data fabric ibrido del settore per l’analisi, consente di effettuare una modernizzazione graduale senza refactoring o ricostruzione. Questo perché HPE Ezmeral Data Fabric non richiede agli sviluppatori di lavorare da zero. Connette i dati distribuiti in tutta l'azienda, semplificando notevolmente l'accesso alle applicazioni e ai carichi di lavoro ed eliminando la necessità di fornire manualmente un accesso esclusivo a sistemi univoci. In questo modo, l'integrità dei dati aumenta perché gli errori e i file duplicati vengono rimossi, consentendo di ottenere maggior valore dai Big Data legacy.

Se sei già in ritardo nell’affrontare il tuo debito tecnico, l’uso di HPE Ezmeral Unified Analytics per diagnosticare il sistema e le occorrenze di rete per cicli di lunga durata, instabilità e scarsa qualità può essere di aiuto anche in questi casi. Svincolando dal cloud i dati in tempi più rapidi, HPE Ezmeral Unified Analytics modernizza i dati e le applicazioni legacy per ottimizzare i carichi di lavoro a uso intensivo di dati, indipendentemente dall'ambiente di distribuzione.

Inoltre, puoi sfruttare un servizio completamente gestito che abbina HPE Ezmeral Data Fabric con l'hardware, il software e i servizi di HPE GreenLake. HPE GreenLake per il data fabric semplifica l'installazione e la configurazione, offrendo un'analisi dati semplificata in modo tale da consentire ai data engineer di recuperare i dati in tempo reale e in batch dall'edge per addestrare modelli, eseguire query sui metadati o query più complesse per determinare le anomalie.