Cos'è HPE SimpliVity?

Nella sua forma più semplice, l’infrastruttura iperconvergente associa server fisici e storage con servizi dati all’interno di un unico chassis o nodo iperconvergente. Mentre altri marchi fanno convergere soltanto parte dell’infrastruttura, HPE SimpliVity prevede la convergenza dell’intero stack IT in ogni nodo, consolidando ben 10 dispositivi e applicazioni in un blocco costitutivo semplice e potente per ambienti virtualizzati. Progettata per supportare gli amministratori delle macchine virtuali, HPE SimpliVity migliora la gestione, la protezione, l’efficienza e le prestazioni dei carichi di lavoro virtualizzati.

Storia di HPE SimpliVity

 

Prima dell’acquisizione da parte di HPE, SimpliVity metteva l’infrastruttura iperconvergente a disposizione di un’ampia gamma di piattaforme x86 standard di settore. Queste appliance venivano commercializzate con il nome di SimpliVity OmniCubes.

 

A seguito dell’acquisizione di SimpliVity nel 2017, Hewlett Packard Enterprise offre ora l’infrastruttura iperconvergente HPE SimpliVity: soluzioni software-defined progettate, realizzate e supportate da HPE.
 

 

 

Le principali innovazioni di HPE SimpliVity

 

L’infrastruttura IT legacy, costituita da silo di elaborazione, storage, rete e piattaforme di protezione dati, non è adatta ai carichi di lavoro e alle applicazioni on demand dei nostri giorni. Dal 2015, le soluzioni iperconvergenti hanno semplificato il data center associando elaborazione e storage in un’unica piattaforma software-defined, ma la vera iperconvergenza deve fare di più. Con la crescita della virtualizzazione e delle esigenze aziendali, l’infrastruttura IT è ora costituita da una complicatissima combinazione di componenti e applicazioni per il backup e la deduplicazione, l’ottimizzazione WAN, il caching dello storage e molto altro. Questi ambienti possono essere composti da una decina di prodotti hardware e software di altrettanti fornitori, con diverse interfacce di gestione e vari requisiti di formazione. 

 

L’infrastruttura iperconvergente HPE SimpliVity riunisce l’intero stack IT in un unico nodo iperconvergente, offrendo l’agilità e i costi contenuti del cloud unitamente alle prestazioni e alla protezione dei dati di classe enteprise. I blocchi costitutivi all-flash scalabili e preintegrati supportano un’ampia gamma di carichi di lavoro virtualizzati e di casi d’uso, tra cui la protezione dei dati, il consolidamento del data center, le applicazioni tier 1, l’infrastruttura desktop virtuale (VDI) e le distribuzioni complete di “data-center-in-a-box” all’edge.

 

HPE SimpliVity presenta diverse funzionalità e innovazioni, comprese:

• gestione e mobilità incentrate sulle macchine virtuali a garanzia della semplicità
• deduplicazione, compressione e ottimizzazione in linea applicate a tutti i dati nel momento dell’acquisizione, per livelli superiori di efficienza e di prestazioni applicative
• resilienza e protezione dei dati integrate, compresi strumenti di automazione e orchestrazione per l’automazione del failover e del failback a fini di disaster recovery
• consolidamento in cluster e sistemi federati di un pool di risorse condivise per elevata disponibilità, mobilità e scalabilità efficiente di prestazioni e capacità.


Per incrementare ulteriormente le prestazioni e la gestibilità, le soluzioni HPE SimpliVity possono essere integrate con un fabric di rete intelligente, HPE Composable Fabric, che alloca la larghezza di banda in modo dinamico sulla base del riconoscimento e della priorità delle applicazioni. La tecnologia HPE Composable Fabric automatizza le operazioni di gestione della rete con la visualizzazione end-to-end da un’unica interfaccia utente.

Gli attuali Modelli HPE SimpliVity

 

HPE SimpliVity 380
La soluzione iperconvergente più completa del settore sulla piattaforma server più venduta al mondo, il server HPE ProLiant DL380. HPE SimpliVity 380 è l’unico sistema iperconvergente in grado di offrire l’efficienza dello storage dati in un rapporto di 52:1 e il backup di una macchina virtuale di 1 TB in meno di 60 secondi.

HPE SimpliVity 2600
Lo stesso software resiliente di HPE SimpliVity 380 in un fattore di forma iperconvergente ad alta densità di rack. Questo modello ottimizzato per il software è una scelta ideale per la virtualizzazione generica, le sedi remote e gli ambienti VDI.

Contattaci

 

Contatta un esperto di HPE SimpliVity per scoprire come affrontare le problematiche della tua azienda.

 

Risorse

Documentazione : Esplora l’archivio dei documenti su HPE SimpliVity

Documentazione

Un unico punto di riferimento dove ottenere risposte alle tue domande sull’infrastruttura iperconvergente HPE SimpliVity. Consulta le domande frequenti, i white paper, le specifiche tecniche e le sintesi delle soluzioni. Scopri cosa dicono gli esperti del settore e altri clienti nei case study e nei report degli analisti.

White paper : I data center sfruttano HPE SimpliVity per ottenere semplicità operativa, prestazioni ottimizzate e altri vantaggi fondamentali per i data center

White paper | PDF | 273 KB

Il white paper IDC pone in evidenza le tendenze del mercato che hanno portato a un aumento esponenziale delle distribuzioni di infrastruttura iperconvergente nel mondo reale. Le interviste approfondite con i clienti e un’indagine web di IDC tra gli utenti finali rivelano un incremento notevole dell’efficienza operativa e delle prestazioni con l'infrastruttura HPE SimpliVity. Report clienti: • 71% dei carichi di lavoro di produzione in esecuzione sui sistemi HPE SimpliVity • 91% di aumento del tempo dedicato all’innovazione e a nuovi progetti • Ambienti di backup/ripristino notevolmente migliorati (il 55% dei clienti ha abbandonato software di backup e replica di terzi esistenti)

eBook : Introduzione all’infrastruttura iperconvergente

eBook | PDF | 4,7 MB

L’opzione architettonica emergente del data center denominata “infrastruttura iperconvergente” è un nuovo modo di ridurre i costi e allineare meglio l’IT aziendale alle esigenze del business. A livello sostanziale, l’infrastruttura iperconvergente è un conglomerato di server e di dispositivi di storage che fanno parte del data center. Questi sistemi sono inseriti in strumenti di gestione completi e di facile utilizzo ideati per proteggere l’amministratore dalla complessità architettonica sottostante.