La trasformazione in infrastruttura ibrida

Le aziende devono evolvere rapidamente per rimanere competitive nell'attuale scenario dinamico: questo richiede un grande sforzo per l’IT e può determinare un insieme caotico di piattaforme hardware specifiche per il carico di lavoro e IT fantasma, con conseguente aumento di costi, rischi e difficoltà di gestione.

Trasformare l’infrastruttura in modo da evitare perturbazioni per il business può aiutarti a risolvere i problemi più assillanti e spianare la strada per il successo futuro. L’IT ibrido dà vita alla combinazione ideale di IT tradizionale, cloud privato e cloud pubblico per soddisfare gli obiettivi di business e IT, in quanto offre la possibilità di integrare nuove tecnologie dove necessario e di mantenere i sistemi legacy dove opportuno.

Guarda il video
1:38

La roadmap della trasformazione

La trasformazione efficiente dell’infrastruttura IT comporta perturbazioni minime a fronte di risultati ottimizzati. Con una roadmap ben definita, puoi migliorare la velocità operativa, ottenere controllo sull’IT, migliorare flessibilità e tempestività di risposta, gestire i rischi e i requisiti di sicurezza e migliorare il TCO.

Distribuzione dei carichi di lavoro in un ambiente IT ibrido

La trasformazione in IT ibrido inizia con l’individuazione del giusto abbinamento di carichi di lavoro e ambienti, per ottenere l’equilibrio perfetto di ottimizzazione dei costi, sicurezza, prestazioni e agilità del business. Posizionando i carichi di lavoro in modo corretto, puoi contenere i costi continuando a offrire i dati e i servizi essenziali per far progredire l’attività.

Guarda il video
2:48

65%

dei leader IT accolgono di buon grado la trasformazione rivoluzionaria1

3:1

la preferenza di un’infrastruttura basata su cloud da parte dei leader IT1

60%

carichi di lavoro previsti distribuiti sul cloud entro 2 anni2

Rispondi alle sfide più pressanti del business con l’IT ibrido

Un’infrastruttura ibrida offre la flessibilità e l’agilità necessarie per far fronte ad altre sfide per il tuo business.

Garantisci disponibilità e resilienza

Pianifica l’imprevisto con funzionalità mission-critical che consentono di ridurre il rischio garantendo disponibilità e resilienza per dati e applicazioni.

Scegli i modelli di consumo flessibili

Ottieni la capacità on demand e i costi contenuti del cloud pubblico senza rinunciare alla sicurezza e al controllo dell’IT in sede.

Storie di trasformazione nell'IT ibrido

Ecco alcune aziende leader che hanno trovato la loro combinazione ideale con l’aiuto di HPE.

Case study: Dropbox e HPE

Come Dropbox ha trasferito 550 milioni di clienti sul cloud privato

Alle prese con i costi elevati e la flessibilità limitata del suo provider di cloud pubblico, il servizio di file hosting ha effettuato la migrazione a un cloud privato in sede dalle prestazioni elevate.

Il cloud ibrido potenzia il business di una utility neozelandese

Trustpower libera risorse grazie alla trasformazione digitale, ed è così in grado di offrire nuovi servizi e ridurre i costi.

Eliminazione del rischio IT legacy nella borsa di Tel Aviv

L’unica borsa israeliana non può permettersi downtime. Con l’aiuto di HPE, le applicazioni mission-critical sono state trasferite dai mainframe a un’infrastruttura moderna.

Rispondi “Sì” con le soluzioni per l'infrastruttura ibrida

La maggior parte dei fornitori offre soluzioni IT frammentarie. Solo HPE offre tutti i sistemi, i software e i servizi per le infrastrutture richiesti dalle tue applicazioni.

Cloud ibrido

Scopri la combinazione ideale di cloud pubblico, cloud privato e infrastruttura in sede per incrementare i livelli di semplicità, sicurezza, governance e velocità.

Infrastruttura componibile

Metti l’IT in condizione di creare e offrire valore all'istante, in modo costante e con tutta la velocità e flessibilità del cloud, entro i confini sicuri del tuo data center.

Capacità flessibile

Il meglio dei due mondi: associa la sicurezza e le prestazioni in sede all'agilità e ai costi contenuti del cloud, con la possibilità di scalare in verticale per supportare le mutevoli esigenze aziendali.

Ecco il futuro dei servizi IT

Ecco il futuro dei servizi IT
HPE Pointnext è un nuovo tipo di organizzazione di servizi IT, progettato per promuovere la trasformazione digitale nell’intera azienda. I nostri esperti partono dall’infrastruttura esistente, riducendo costi e rischi per rispondere “Sì” alle grandi opportunità.

Contatta uno specialista di IT ibrido

I nostri esperti risponderanno alle tue domande e ti aiuteranno ad avviare il processo di trasformazione nell’infrastruttura ibrida.

Risorse

Report degli analisti : How the Right Infrastructure Can Prepare Your Data Center for Business Disruptors (L'infrastruttura giusta per preparare il data center alle interruzioni del business)

Le soluzioni di data center HPE sono progettate per l’IT ibrido
Report degli analisti

How the Right Infrastructure Can Prepare Your Data Center for Business Disruptors (L'infrastruttura giusta per preparare il data center alle interruzioni delle attività)

White paper : Infrastruttura componibile HPE: un ponte tra l'IT tradizionale e l'Economia delle idee

Il viaggio verso l’IT ibrido inizia con l’infrastruttura componibile
White paper

Infrastruttura componibile HPE: un ponte tra l'IT tradizionale e l'Economia delle idee

Report degli analisti : Il cloud HPE è al centro della trasformazione digitale di Deutsche Bank

HPE aiuta Deutsche Bank a completare la trasformazione IT
Report degli analisti

Il cloud HPE è al centro della trasformazione digitale di Deutsche Bank

Sintesi della soluzione : Aumentare l'agilità e le prestazioni di business: migrazione delle applicazioni al cloud

Migrazione delle applicazioni nel cloud con l’infrastruttura ibrida
Sintesi della soluzione

Aumentare l'agilità e le prestazioni di business: migrazione delle applicazioni al cloud

Video : L'opinione di Meg sul passaggio a un'infrastruttura ibrida

Meg Whitman parla dei vantaggi delle soluzioni di IT ibrido
Video

L'opinione di Meg sul passaggio a un'infrastruttura ibrida

1. Ricerca condotta da IDC

2. "Best practice per la distribuzione dei carichi di lavoro in un ambiente IT ibrido," 451 Research, dicembre 2016.