In che modo l'infrastruttura ibrida con storage intelligente può trasformare il business in Africa

  • White paper aziendale
  • PDF 701 KB

Panoramica

Questo white paper di IDC esamina nello specifico la necessità di un'infrastruttura di storage intelligente nei mercati africani, con particolare attenzione agli ambienti ibridi/multicloud in cui i carichi di lavoro e lo storage sono in continuo movimento tra piattaforme on-premise e di cloud pubblico e privato.

Il 56% dei CIO intervistati da IDC in Africa prevede ...

Questo white paper di IDC esamina nello specifico la necessità di un'infrastruttura di storage intelligente nei mercati africani, con particolare attenzione agli ambienti ibridi/multicloud in cui i carichi di lavoro e lo storage sono in continuo movimento tra piattaforme on-premise e di cloud pubblico e privato.

Il 56% dei CIO intervistati da IDC in Africa prevede investimenti in infrastrutture on-premise come parte della trasformazione digitale, mentre il 41% intende investire specificamente in infrastrutture di storage. Ma la crescita del cloud non può essere ignorata: il 91% dei CIO nell'Africa subsahariana dichiara di utilizzare un qualche tipo di storage cloud.

In questo contesto, sarà indispensabile ripensare le architetture di storage per portare l'infrastruttura aziendale al livello successivo, riducendo i costi e il debito tecnico, aumentando le prestazioni e l'agilità, implementando il cloud ibrido e preparando l'organizzazione a uno scenario competitivo sempre più incentrato sui dati nel prossimo futuro.

Questo white paper di IDC esamina la necessità di un'infrastruttura di storage intelligente in Africa, con particolare attenzione agli ambienti ibridi in cui i carichi di lavoro e lo storage sono in continuo movimento tra piattaforme on-premise e di cloud pubblico e privato.