Interconnessione Slingshot HPE

Una rete ad alte prestazioni per i supercomputer HPE Cray e cluster HPC HPE progettata per il supercomputing dell'era exascale di diversi carichi di lavoro, simulazione, modellazione, AI e analisi su un unico sistema.

Sfrutta le prestazioni e le funzionalità di interconnessione del supercomputing per il tuo ambiente HPC

Compatibile con Ethernet, l’interconnessione Slingshot HPE facilita l'esecuzione di carichi di lavoro convergenti e paragonabili al cloud in un ambiente HPC. Cloud, AI, applicazioni basate sull’IP e framework in esecuzione senza modifiche su Slingshot HPE: una nuova classe di utenti può ora effettuare la transizione dal cloud computing tradizionale per sfruttare le prestazioni, le funzionalità e la scalabilità del supercomputing.

Oltre 1,2 miliardi di pacchetti al secondo per porta

L’elevata velocità dei pacchetti piccoli costituisce una metrica sempre più importante per molte applicazioni. Con velocità di collegamento pari a 200 Gb/s, HPE Slingshot garantisce prestazioni all'avanguardia per piccoli pacchetti su collegamenti standard con oltre 1,2 miliardi di pacchetti al secondo per porta (600 milioni di pacchetti al secondo in ciascuna direzione). La rete di interconnessione Slingshot HPE garantisce elevate velocità dei pacchetti su IP, messaggistica e accesso remoto alla memoria.

Controlla l'allocazione della larghezza di banda di rete

La capacità di gestire le risorse di rete è altamente sviluppata nei data center scale-out ma assente in molti sistemi HPC. HPE Slingshot fornisce classi di qualità del servizio (QoS) a livello dell’intero sistema. Questo consente di controllare come venga allocata la larghezza di banda della rete. I singoli job possono essere assegnati a diverse classi di QoS garantendo che quelli ad alta priorità ottengano le risorse di rete di cui hanno bisogno. Più categorie possono anche essere assegnate a diverse categorie di traffico (bulk - bassa latenza, ad esempio) all'interno di un job.

Lascia che sia la rete a instradare il traffico

Invece di instradare il traffico lungo un percorso prestabilito, HPE Slingshot instrada i pacchetti in modo intelligente in modo dinamico in base al carico. Il percorso viene determinato utilizzando informazioni globali in tempo reale sul carico e viene raccolto dall'hardware e distribuito tra gli switch, fornendo un quadro aggiornato di quali percorsi utilizzare o evitare. Questo approccio migliorato offre sia l'instradamento adattivo dei flussi ordinati, sia l'instradamento adattivo pacchetto per pacchetto del traffico che non richiede ordinamento.

Limita l'impatto della congestione della rete

HPE Slingshot impiega un rivoluzionario meccanismo di gestione della congestione che fornisce un forte isolamento delle prestazioni tra i carichi di lavoro, limitando l'impatto delle applicazioni dal comportamento inadeguato sul traffico di produzione e sui servizi di sistema. La gestione della congestione viene eseguita automaticamente a livello hardware, identificando rapidamente le fonti di congestione e limitandone l'ingresso, e consentendo al contempo il proseguimento del flusso di altro traffico. Il meccanismo è stabile e rapido da convergere, supporta un'ampia varietà di modelli di traffico ed è adatto ai modelli di comunicazione altamente dinamici riscontrabili negli HPC attuali e nei carichi di lavoro convergenti.

Una facile interfaccia per l'infrastruttura datacenter

Per migliorare l'interoperabilità con le architetture di storage e i datacenter, HPE Slingshot è stato progettato per la compatibilità con Ethernet. Questo significa che gli switch Slingshot HPE possono connettersi direttamente a dispositivi di storage basati su Ethernet di terze parti, nonché a reti Ethernet di data center. Le applicazioni in esecuzione sui supercomputer HPE Cray e sui cluster HPC di HPE possono scambiare direttamente il traffico IP/Ethernet con l’esterno, rendendo più facile ed efficiente l’assimilazione dei dati da tali fonti, un fattore di importanza crescente in un mondo data-driven sempre più connesso in rete.

Riduci al minimo il salto da switch a switch anche nelle reti più grandi

Lo switch high radix a 64 porte HPE Slingshot, abbinato alle scale topologiche di Dragonfly, può scalare fino a 250.000 endpoint con un massimo di tre salti da switch a switch tra qualsiasi endpoint. Oltre ai miglioramenti della latenza nelle installazioni più grandi, questa rete di diametro ridotte permette di ridurre il numero di apparecchiature di rete, la quantità di cavi i costi di alimentazione e raffreddamento. Inoltre, facilita l'uso di innovativi algoritmi di routing adattivo che migliorano le prestazioni dell'applicazione.

Soluzioni di interconnessione Slingshot HPE per il networking HPC

L’interconnessione Slingshot HPE offre vantaggi in termini di prestazioni, scalabilità, connettività e TCO per le applicazioni HPC e Ethernet a scalabilità orizzontale più complesse. È disponibile in due fattori di forma che supportano i supercomputer HPE Cray raffreddati a liquido e ad aria e i cluster HPC raffreddati ad aria.

  • Prestazioni e scalabilità leader di settore
  • Interfacce 100GbE e 200GbE
  • Switch high radix a 64 porte, larghezza di banda 12,8 Tb/s
  • Scalabilità fino a >250.000 porte host con un massimo di 3 salti
  • Gestione innovativa della congestione dell'hardware, instradamento adattivo e qualità del servizio
  • Standard e protocolli Ethernet oltre a funzionalità HPC ottimizzate
  • Nuovo tentativo a livello di link e correzione a monte degli errori a bassa latenza
  • Interfacce di gestione API standardizzate e aperte

HPE GreenLake, la piattaforma edge to cloud aperta e sicura

Completa la tua soluzione con un modello operativo basato sul cloud ibrido per tutti i tuoi dati e carichi di lavoro. HPE GreenLake, l’esperienza operativa cloud flessibile e scalabile che hai sempre desiderato, associa sicurezza, visibilità e facilità di gestione.